En poursuivant votre navigation sur ce site, vous acceptez l'utilisation de cookies à des fins statistiques anonymes.
En savoir plus sur la gestion des cookies

Italie

Tous les articles (12)
  • Récits d'élèves de 1ère dans le cadre de l'échange avec l'IIS Mattei (San Lazzaro di Savena, Emilie-Romagne)

    Par NATHALIE VAUDELLE, publié le lundi 6 juin 2016 21:32 - Mis à jour le lundi 6 juin 2016 21:33

     

    Chloé Boumard, 1L3 :

    Durante il mio soggiorno in Italia, ho abitato con la mia corrispondente Elena.

    Si alza tutti i giorni alle sei e mezza per andare al liceo con la macchina della sua mamma. Studia dodici materie e ha cominciato a imparare il francese cinque anni fa. Elena finisce spesso i corsi alle tredici e talvolta alle dodici. A mezzogiorno torna da lei per mangiare con la sua mamma o allora mangia con i suoi amici fuori.

    Il pomeriggio ritrova i suoi amici spesso nei bar o al parco vicino al suo liceo. Le piace fare un giro in Bologna per fare I negozi e per mangiare un gelato.

    La sera è la stessa cosa, lei e i suoi amici hanno l’abitudine di ritrovarsi in un ristorante dove I loro cocktail sono molto buoni.

    Il fine settimana le piace andare in discoteca o restare dormire da un’ amica. Elena non pratica sport. Ha quattro sorelle che sono già fuori casa. Abita sola con sua madre perché suo padre è andato a vivere a Milano. Alla fine della settimana vanno spesso dalla sorella di Elena che abita anche a Milano con il suo fidanzato e fanno un grande pasto in famiglia.

    Ho adorato il mio soggiorno in Italia. La famiglia della mia corrispondente era molto carina, gentile ed accogliente. Mi è anche piaciuta la maggior parte delle visite. Del colpo penso tornarci più tardi. La vita in questo paese è fantastica e più facile al liceo perché gli alunni italiani non hanno corso il pomeriggio. Sono più liberi per uscire con i loro amici. Il cibo è incredibile come la mortadella, una specialità che non conoscevo.

    Prima del mio soggiorno non avevo fatto mai scambio. E per una prima volta ho adorato anche se non ho potuto accogliere la mia corrispondente da me. Mi è piaciuto anche vedere le differenze tra i due licei, era interessante poter paragonare.

    Priscillia Phanyanouvong, 1ES2 :

    Oggi parlerò dello scambio che abbiamo fatto fine aprile con il liceo Mattei. Siccome potete vederlo, ci sono molte foto, ricordi con il gelato e la piadina.

    Per cominciare vi presenterò la mia corrispondente che si chiama Micol Torresani. Abita in un appartamento di Bologna a sette minuti dal liceo. Micol ha una sorella che si chiama Maria Elena e un fratello maggiore che si chiama Lorenzo. I suoi genitori si chiamano Giovanni e Micaela. È una famiglia formidabile.

    Dopo parlerò della cucina italiana di Bologna che è bravissima ! Ho mangiato dei tortellini, spaghetti carbonara, pizze, piadine, gnocchi, lasagne senza dimenticare il gelato e il tiramisù. È la mia cucina preferita.

    Micol è in classe di economia e lavora dalle otto alle tredici. Dopo gioca a pallacanestro.

    Questo scambio è una magnificia esperienza perché ho potuto incontrare delle persone carine e accoglienti. Ciò mi ha tanto permesso di visitare un paese al patrimonio eccezionale e un paesaggio differente dal nostro. Ho imparato anche del vocabolario.

    Grazie ai professori che ci hanno permesso di fare questo viaggio !

    Emma Rousseleau, 1ES2 :

    In Italia gli studenti vanno a scuola la mattina dal lunedì al sabato. La domenica è un giorno di riposo. Durante il viaggio la mia corrispondente si risveglia alle sei e mezza  poi parte alle otto per prendere l’autobus. Per finire arriva al liceo alle sette e cinquanta. Al liceo tutti gli alunni finiscono alle tredici. Il loro pomeriggio è libero.

    La mia corrispondente e i suoi amici vanno nei bar durante il pomeriggio. Infine la sera la mia corrispondente mangia con la sua famiglia o i suoi amici. Durante il week-end la mia corrispondente va con la sua famiglia. Penso che la vita della mia corrispondente sia molto tranquilla perché studia  soltanto la mattina. È fantastico perché passa più tempo con i suoi amici che con la sua famiglia ma il punto negativo è il week-end che per me è brevissimo.

    La mia corrispondente abita nella periferia di Bologna. Nella città ci sono grandi piazze per esempio Piazza Maggiore. […] L’Emilia Romagna è una regione che si situa nel nord dell’Italia. È una regione molto ricca e sviluppata, è un centro culturale e turistico. È importantissimo per la produzione di automobili e di industria agro-alimentare. Penso che questa regione sia molto interessante, appassionante e bella.

    Lo scambio con l’Istituto Mattei per me è stato interessante. Vivere con la famiglia era un’esperienza unica. Il programma di visite era molto bene e molto interessante.

     

    Manon Lorre, 1ES2 :

    Ora vi parlerò dello scambio Europe Mattei.

    Per cominciare la mia corrispondente : Miriana D’Angelo, è figlia unica, suo padre si chiama Giampiero, sua madre , Paola. Abita in un villaggio Budrio a 25 minuti da Bologna in una piccola casa ma è molto bene per 3 persone.

    Partivamo alle 7 e 15 con la sua mamma ma normalmente Miri prende l’autobus e il treno.

    La vita in Italia è un po’ differente da noi. A scuola è molto differente perché non hanno scuola il pomeriggio solamente la mattina e il sabato vanno a scuola. A Bologna ho visto che nel centro storico, molte persone sono in bici.

    A proposito delle visite : abbiamo visitato differenti città molto bellissime. Ravenna è la mia città preferita perché è una grande città. Dozza è molto bella con molti colori. Abbiamo visto molte chiese.

    In conclusione, ho passato un soggiorno molto bello, ho incontrato delle nuove persone. Ero molto triste alla fine.

     

    Julie Collet, 1S5 :

    Ho fatto uno scambio con il liceo Mattei. La mia corrispondente si chiama Francesca. Ho passato otto giorni con lei. La sua vita quotidiana è molto differente dalla mia perché comincia la scuola alle otto di mattina e finisce alle tredici. Lei ha il pomeriggio per fare i compiti, uscire o dormire. Tuttavia, va a scuola dal lunedì al sabato.

    Tutte le sere mangiavo con sua madre Amelia e sua sorella Martina. Erano molto carine con me. Inoltre sua madre parlava un po’ il francese. Mi sono sentita dunque estremamente bene con lei e la sua famiglia. Poi ho provato molte specialità : tortellini, mortadella e gelati ! Era buonissimo ! Durante la settimana abbiamo visitato Bologna, una bellissima città con le sue piazze e le chiese. Ci sono anche molte persone. Inoltre la regione Emilia Romagna è molto bella con le sue città e le montagne, accompagnate da uno splendido scenario.

    Dopo mi piacerebbe raccontarvi il mio mercoledì.

    In primo luogo la mattina del mercoledì abbiamo fatto colazione al liceo Mattei con tutti gli italiani e i francesi. C’erano molte scelte. Tutto era molto buono. Poi sono andata alla lezione di francese e con gli italiani ci siamo fatti un’intervista per imparare a conoscerci meglio. Ho incontrato Esther una ragazza italiana. E dopo ho ritrovato Francesca per visitare il liceo e più tardi andare in corso di religione e d’inglese. Durante la lezione d’inglese, la prof ha domandato informazioni sulla nostra vita in Francia. Alle tredici abbiamo mangiato un panino tutti insieme poi c’è stata la visita di Bologna con i nostri corrispondenti. Che bella città ! Infine alle diciotto Fra ed io abbiamo ritrovato i suoi amici in un bar caffetteria  e ho incontrato il suo fidanzato, Giacomo. Che simpatico ragazzo! Lui era molto gentile con me ma non parlava francese. Ho visto com’è il loro caffè. È molto strano perché è un caffè forte e corto con un piccolo bicchiere d’acqua gassosa. Alle venti siamo andate a casa di suo papà (perché i suoi genitori sono divorziati). Lui parlava francese perché è già andato a Bruxelles nel passato. Lì ho mangiato pasta con le vongole. E dopo con Fra e sua sorella abbiamo visto Pirati dei Caraibi, ho amato guardare questo film in italiano. Sono stata davvero bene con questa famiglia. Alle undici della sera siamo ritornate a casa della sua mamma e ho dormito.

    Infine ho avuto uno straordinario soggiorno. C’era un bel tempo e ho incontrato persone meravigliose. Le visite erano belle e ho scoperto le specialità della regione. Lo scambio organizzato era ricco e ho potuto migliorare il mio italiano. Ha permesso agli italiani e ai francesi di scoprire una cultura, un mondo diverso che è stato gratificante.

    Avrei amato restare con tutte le persone che mi hanno accolto nella loro vita. Ho passato molti bei momenti. Penso che lo scambio sia stato un buon mezzo di incontrare degli stranieri e che sono finalmente diventati i nostri amici.

  • Power-point réalisés dans le cadre de l'échange avec l'IIS Mattei (San Lazzaro di Savena, Emilie-Romagne)

    5
    Par NATHALIE VAUDELLE, publié le dimanche 5 juin 2016 21:20 - Mis à jour le dimanche 5 juin 2016 21:52
  • Témoignages recueillis dans le cadre de l'échange avec l'IIS Mattei (San Lazzaro di Savena, Emilie-Romagne)

    Par NATHALIE VAUDELLE, publié le dimanche 5 juin 2016 21:52 - Mis à jour le dimanche 5 juin 2016 21:52

    Calvin Roy, 2de 4, LV3 :

    « C’est une région très active qui est au centre de tout. De nombreuses grandes entreprises ont vu le jour là-bas et cette importante production crée un essor des échanges et du commerce. »

    « Les visites que j’ai préférées sont la visite libre de Bologne avec nos correspondants, le musée de la glace avec la dégustation et le musée Ferrari et ses voitures emblématiques et merveilleuses. »

    « Ce séjour était magnifique mais j’aurais voulu qu’il soit interminable, je me sentais comme chez moi là-bas. Les Lanzoni sont pour moi ma deuxième famille. »

    « La vie en Italie est parfaite, les heures de cours réparties sur la matinée de façon à être libre l’après-midi. Le sentiment de bonheur aussi, bien accueilli, gens sympas … . »

     

    Eloîse Jouannard, 2de 4, LV2 :

    « Gli italiani hanno molto più tempo per uscire o per fare delle attività ogni giorno, sono molto fortunati per questo. La cucina italiana è buona ma meno variata [..] Il gelato era una buona scoperta. La mia famiglia era troppo gentile.”

    “Bologna è una città molto bella, il fatto che sia rossa la rende più calda ed attraente.”

    “Ravenna e i suoi mosaici sono molto belli. Non avevo mai visto una città come quella.”

     

    Manon Lorre, 1ES 2, LV2 :

    “C’est un grand lycée mais il n’est pas pareil que le nôtre. Les élèves ne changent pas de salle de cours, ils restent toujours dans la même classe, ce sont les professeurs qui viennent dans leur classe. Je trouve qu’en classe, ils (les élèves) sont très libres (droit au téléphone, manger, boire). »

     

    Margot Cullens, 1ES 2, LV2 :

    « L’Emilie-Romagne a un patrimoine économique important : l’automobile avec le musée Ferrari, l’agro-alimentaire avec « il gelato » par exemple et l’industrie du textile. »

    « Un échange magique avec une correspondante magique. Je me suis liée d’amitié avec beaucoup d’italiens et je pense que dans les deux sens, nous avons tous vécu une expérience incroyable, même si eux sortaient moins en France que nous en Italie. A recommencer ! »

  • Dossier numérique sur Ravenne réalisé par Elona et Emma D.

    1
    Par NATHALIE VAUDELLE, publ